ARTISTI / ALFRED BRENDEL – GUEST OF HONOR

alfred brendel

Per tutti, gli ultimi mesi hanno cambiato il mondo; per noi musicisti e per il pubblico è mutato anzitutto il modo di vivere la musica, al punto
che ci chiediamo quanto abbia senso pensare e sperare “come prima”.

A maggior ragione siamo grati a Trame Sonore, che con ormai esemplare inventiva allestisce un compendio della sua programmazione, dimostrando coraggiosamente che l’autenticità della musica da camera resta essenziale e irrinunciabile. Dove altro – chiedo con ammirazione – si può trovare un simile rutilante fenomeno, nello spontaneo ma sapiente contrappunto tra freschezza di concezione, eccellenza artistica, e luoghi mirabili? Ci saremmo, già con ottimismo, aspettati un’edizione “in tono minore”, e invece
ci ritroviamo davanti una panoplia di proposte coerenti insieme a spunti stuzzicanti, con desiderio di condividere tutto.
Certo per gli ascoltatori il gioco sarà anche quello della scelta, sempre nello spettacolo di cornici che offrono il conforto della bellezza; bisognerà magari dimostrarsi più generosi nel lasciar spazio agli altri, ma la portata del programma è tale da moltiplicare il tempo.

Questo 2020 è tempo sovrano di Beethoven, per celebrare il più diversificato dei geni creatori, gran maestro di sonate e quartetti, concerti e sinfonie: in compagnia di amici fidati che ci accompagneranno dalle opere della prima maturità alle vette dei supremi lavori distillati per i quattro archi. Ma senza dimenticare che il suo burbero e monumentale temperamento era altrettanto capace di umorismo e intimità, di grazioso e di dolce. E si celebra anche l’anniversario del primo viaggio di Mozart in Italia; con quale letizia il padre descrive le meraviglie di Mantova (“in vita mia non ne ho mai visto uno più bello”, dice riferendosi al Bibiena), e i giorni trascorsi nell’idillio di veder riconosciuta
la genialità di Wolfgang… Si incrociano qui delle promettenti “Vie di Mozart” che sfoceranno anche nella filiazione beethoveniana.

Con tutto questo, Trame Sonore rappresenta il cuore della musica, mentre confidiamo di ritrovarci ad ascoltare insieme con altrettanta gioia emaggiore spensieratezza. Grazie, Mantova!

Alfred Brendel