ARTISTI / ALEXANDER LONQUICH – PIANOFORTE

Nurit Stark, Alexander Lonquich – Schumann

29 maggio 2021 – ore 20.00
Palazzo Ducale, Sala degli Specchi

Barnabás Kelemen, Katalin Kokas, Nicolas Altstaedt, Alexander Lonquich – Dvorák

31 maggio 2021 – ore 21.30
Piazza Santa Barbara

Barnabás Kelemen, Jonian Kadesha, Katalin Kokas, Nicolas Altstaedt, Alexander Lonquich – Bartók

1 giugno 2021 – ore 21.30
Piazza Santa Barbara

OCM, Alexander Lonquich, Gabriele Carcano – Saint-Saëns

30 maggio 2021 – ore 10.45
Teatro Bibiena

Alessandro Maria Carnelli – Un caffé con...

1 giugno 2021 – ore 9.45
Giardino di Palazzo Castiglioni

Alexander Lonquich, OCM

2 giugno 2021 – ore 21.15
Piazza Santa Barbara

Barnabas Kelemen, Nicolas Altstaedt, Alexander Lonquich – Dvorák

31 maggio 2021 – ore 10.45
Teatro Bibiena

Vashti Hunter, Alexander Lonquich – Fauré, Debussy

1 giugno 2021 – ore 16.45
Palazzo Ducale, Sala degli Specchi

alexander lonquich

Nato a Trier, in Germania, si è imposto sulla scena musicale internazionale quando, nel 1977, ha vinto il Concorso Casagrande di Terni. Da lì è iniziata una fortunata carriera che tuttora lo vede esibirsi nei principali centri musicali in Europa, Giappone e Stati Uniti.
Ha poi collaborato con direttori d’orchestra quali Claudio Abbado, Kurt Sanderling, Ton Koopman, Emmanuel Krivine, Heinz Holliger, Marc Minkowski. Fra le sue varie collaborazioni spicca il nome di Sándor Végh e della sua Camerata Salzburg, complesso con il quale Lonquich continua ad esibirsi regolarmente nella duplice veste di direttore e solista. Un ruolo, quest’ultimo, che lo ha già visto impegnato con la Royal Philharmonic, la Deutsche Kammerphilarmonie, la Mahler Chamber, la Filarmonica della Scala e l’Orchestra da Camera di Mantova.
Già “Artist in Residence” presso la NDR Elbphilharmonie Orchester, dal 2011 collabora come direttore-solista con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e dal 2014 è direttore principale dell’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza.
La musica da camera riveste, inoltre, un ruolo fondamentale nella sua attività, e in questo ambito Alexander Lonquich ha avuto modo di collaborare con artisti del calibro di Nicolas Altstaedt, Vilde Frang, Joshua Bell, Steven Isserlis, Isabelle Faust, Carolin Widmann, Jörg Widmann, Heinz Holliger, Frank Peter Zimmermann.
Nel corso della sua carriera ha ottenuto numerosi riconoscimenti dalla critica internazionale quali il “Diapason d’Or”, il “Premio Abbiati” (come miglior solista del 2016) e il “Premio Edison” in Olanda.
Nel 2003 ha formato, con la moglie Cristina Barbuti, un duo pianistico che si è esibito in Italia, Austria, Svizzera, Germania, Norvegia e USA. Ai numerosi impegni concertistici, Alexander Lonquich, inoltre, ha affiancato negli anni un intenso lavoro in campo didattico tenendo masterclass in Europa, Stati Uniti ed Australia. Ha collaborato inoltre con l’Accademia Pianistica di Imola, l’Accademia Musicale Chigiana e la Hochschule für Musik di Colonia.
Nel 2013 ha creato nella propria abitazione fiorentina, assieme alla moglie Cristina, Kantoratelier, un piccolo spazio teatrale dove le materie a lui care – psicologia, musica e teatro – vengono approfondite grazie a laboratori, seminari e concerti.

ARTISTI

LUOGHI

TRAME