MARTEDÌ 13 DICEMBRE 2022

Marco Rizzi violino

Lawrence Power viola

Andrea Lucchesini pianoforte

Orchestra da Camera di Mantova

 

W. A. Mozart (1756-1791)

Sinfonia Concertante per violino, viola e orchestra in mi bemolle maggiore K 364

Concerto n. 27 per pianoforte e orchestra in si bemolle maggiore K 595

Concerto n. 21 per pianoforte e orchestra in do maggiore K 467

 

 

 

È noto come l’Orchestra da Camera di Mantova, nel realizzarsi della sua quarantennale carriera, abbia trovato in Mozart le possibilità di esprimere tutte le sue più brillanti qualità di interprete sensibile e stilisticamente avvertita, con un perfetto equilibrio tra visione formale e cura per il dettaglio, tra espressività e trasparenza di linee.

Perciò non si può dire che manchino motivi di interesse a questo secondo intervento in stagione della compagine mantovana, che sarà totalmente dedicato al compositore salisburghese e ad alcuni dei suoi massimi capolavori come la vibrante e splendida Sinfonia concertante K. 364 per violino, viola e orchestra e come i concerti per pianoforte K. 595 e K. 467, preziose partiture della maturità ed esempi di instancabile bellezza.

Di rilievo infine anche i solisti in campo che uniscono due impeccabili interpreti della grande tradizione strumentale italiana quali il violinista Marco Rizzi ed il pianista Andrea Lucchesini, più volte applauditi in passato dal pubblico di questa stagione concertistica, al violista britannico Lawrence Power, nome di spicco internazionale e autore di una carriera semplicemente sensazionale fra le pieghe di un repertorio sterminato.

Marco Rizzi, Lawrence Power, Andrea Lucchesini, Orchestra da Camera di Mantova

Martedì 13 dicembre 2022
ore 20.45
Teatro Sociale, Mantova

orchestra da camera di mantova