ARTISTI / BARNABÁS KELEMEN – VIOLINO

Barnabás Kelemen, Umberto Benedetti Michelangeli, OCM – Saint-Saëns, Fauré

29 maggio 2021 – ore 21.30
Piazza Santa Barbara

Barnabás Kelemen, Katalin Kokas, Nicolas Altstaedt, Alexander Lonquich – Dvorák

31 maggio 2021 – ore 21.30
Piazza Santa Barbara

Barnabas Kelemen, Jonian Kadesha, Katalin Kokas, Vashti Hunter – Bartók

30 maggio 2021 – ore 20.00
Palazzo Ducale, Sala degli Specchi

Barnabas Kelemen, Katalin Kokas – Bartók, Leclair

1 giugno 2021 – ore 13.30
Palazzo Te, Sala dei Giganti

Barnabas Kelemen, Nicolas Altstaedt, Alexander Lonquich – Dvorák

31 maggio 2021 – ore 10.45
Teatro Bibiena

Barnabás Kelemen, Jonian Kadesha, Katalin Kokas, Nicolas Altstaedt, Alexander Lonquich – Bartók

1 giugno 2021 – ore 21.30
Piazza Santa Barbara

Il violinista Barnabás Kelemen ha conquistato le sale da concerto più famose del mondo con la sua tecnica virtuosa e il suo stile dinamico e appassionato. Versatile e di mentalità aperta, è un solista e musicista da camera fuori dal comune, nonché direttore artistico di diversi festival e insegnante presso rinomate istituzioni. Negli ultimi anni ha lavorato anche come direttore d’orchestra.

Grazie al suo eccezionale senso dello stile e alla sua completa competenza tecnica, Barnabás Kelemen naviga con sicurezza attraverso l’intero catalogo di musica scritta per violino. Il suo repertorio è, quindi, estremamente vario e interpreta opere del primo barocco, classiche e romantiche con la stessa autenticità di brani del ventesimo secolo. È inoltre un devoto sostenitore della musica contemporanea, avendo all’attivo anteprime mondiali o su territorio ungherese di opere di Kurtág, Ligeti, Schnittke, Gubajdulina, Steve Reich e Ryan Wigglesworth.

Si esibisce regolarmente nelle sale da concerto più importanti al mondo, tra cui la Carnegie Hall, il Concertgebouw, la Royal Festival Hall, il Palais de Beaux Arts, la Suntory Hall e la Berliner Philharmonie. È spesso ospite di eminenti ensemble come l’Orchestra Sinfonica della BBC, la Festival Orchestra di Budapest, L’Orchestra Filarmonica Nazionale Ungherese, l’Orchestra Sinfonica di Londra, l’Orchestra Filarmonica Nazionale Estone, l’Orchestra Filarmonica Nazionale di Helsinki, l’Orchestra Filarmonica Di Hong Kong, l’Orchestra Sinfonica di Indianapolis e la NDR Radiophilharmonie di Hannover, solo per citarne alcuni.

Barnabás Kelemen ha lavorato con direttori come Lorin Maazel, Sir Neville Marriner, Vladimir Jurowski, Marek Janowski, Michael Stern, Krzysztof Urbanski, Zoltán Kocsis, Péter Eötvös e Iván Fischer. È anche un appassionato direttore d’orchestra: nelle ultime stagioni ha diretto l’Orchestra Filarmonica Nazionale Ungherese, l’Orchestra Sinfonica di Indianapolis, l’Orchestra da Camera Israeliana,la Concertgebouw (l’Orchestra da Camera di Amsterdam) e le orchestre sinfoniche delle città ungheresi di Szombathely, Győr e Pécs. Ma sopratutto, è un musicista da camera esperto e dotato di una spiccata sensibilità, avendo suonato con artisti del calibro di Dezső Ránki, Steven Isserlis, Miklós Perényi, Alina Ibragimova, Vilde Frang, José Gallardo e Andreas Ottensamer.
Insieme a Katalin Kokas, è il fondatore e direttore artistico del Festival della Musica da Camera Accademia di Budapest, che ospita regolarmente artisti come Vilde Frang, Maxim Rysanov, Shlomo Mintz e Joshua Bell. Dal 2010 al 2018 è stato il leader del Quartetto Kelemen ,che ha goduto di un’incredibile carriera internazionale.

Barnabás Kelemen suona il violino “ex-Dénes Kovács” Guarneri del Gesù del 1742, generosamente prestato dallo Stato Ungherese.

ARTISTI

LUOGHI

TRAME