MERCOLEDì 17 novembre 2021

Antje Weithaas violino

Marie-Elisabeth Hecker violoncello

Martin Helmchen pianoforte

F. Schubert Trio n. 1 in si bemolle maggiore op. 99

R. Schumann Fantasiestücke op. 88

D. Šostakovič Trio n. 2 in mi minore op. 67

 

Tre fuoriclasse di lingua tedesca si uniscono al teatro del Sociale, in doppia serata, per una locandina di notissime pagine cameristiche di repertorio a firma di Schubert e Šostakovič. I tre valorosi interpreti rispondono al nome di Antjie Weithaas (violinista), Marie-Elisabeth Hecker (violoncellista) e Martin Helmchen (pianista), tutti di talento precocissimo e tutti da molto tempo avviati a carriere di altissimo profilo, accanto a nomi internazionali come quelli di Ashkenazy, Temirkanov, Marriner, Kremer, Thielemann e Gergiev. La proposta di questa formazione, che la stampa ha accolto con commenti entusiastici, si sofferma come detto su Schubert (Trio op.99, il primo dei due che compaiono nel suo catalogo e che Schumann, nelle sue vesti di critico giudicò “sofferente, femminile, lirico”), e quindi su Šostakovič ed il suo Trio n.2 op.67 presentato a Leningrado nel 1944, una pagina solida e di energico carattere che fu dedicata a Ivan Sollertinskij, “uomo estremamente dotato e musicologo di grande talento dagli ampi orizzonti – secondo il ricordo del compositore – che disponeva di una reale conoscenza enciclopedica”. Una conoscenza fondamentale che aiutò il musicista sovietico “a comprendere e amare i grandi maestri come Brahms, Mahler e Bruckner”.

Antje Weithaas, Marie-Elisabeth Hecker, Martin Helmchen

Mercoledì 17 novembre 2021
ore 20.45
Teatro Bibiena, Mantova

alexander lonquich
hecker