programma


Siamo lieti di annunciarvi che l’8a edizione di Trame Sonore, originariamente prevista dal 29 maggio al 2 giugno 2020 e rinviata a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, si svolgerà dal 4 al 6 settembre prossimi.

Sarà un’edizione speciale, ridotta in quanto a numeri, calibrata a garanzia della sicurezza di pubblico e artisti. Ma non tradirà quello spirito e quel taglio che da sempre caratterizzano Trame Sonore, rendendolo unico e seducente.

In questo momento di riavvio delle attività, ci è sembrato doveroso non mancare l’appuntamento con la comunità dei musicisti, con la città di Mantova, che ci ha sempre aperto con entusiasmo ogni porta, e con i tanti appassionati di musica e arte che da anni ci seguono.

Rimodulare e riprogrammare il festival vuol dire affrontare le innumerevoli e talvolta inedite difficoltà che lo scenario odierno porta con sé, ma significa per noi anche mandare un segnale di speranza e fiducia al settore dello spettacolo dal vivo, pesantemente colpito dal lockdown.

L’edizione 2020 è, insomma, un punto di ripartenza. Nell’attesa di ritrovare nel 2021 un festival che torni alle origini, dando ospitalità a tutti gli artisti che, attesi a Mantova la scorsa primavera, a settembre non potranno essere con noi.

Guarda il trailer https://youtu.be/FI_Ggon34Z8

_______

We are pleased to announce that the 8th edition of Trame Sonore, originally scheduled from 29th May to 2nd June 2020 and postponed due to Covid-19 epidemiological emergency, will take place from 4th to 6th September.

It will be a special edition, reduced in terms of numbers, calibrated to guarantee the safety of the public and artists. But it will not betray the spirit which characterises Trame Sonore and makes it unique and seductive.

In this moment of restarting, it seemed right to us not to miss the appointment with the community of musicians and the city of Mantua, which has always enthusiastically opened every door, and especially with the fans of music and art following us since many years.

Remodeling and reprogramming the festival means facing the innumerable and sometimes unedited difficulties that today’s scenario brings, but for us it also means sending a signal of hope and confidence to our cultural sector, heavily hit by the lockdown.

In short, though the 2020 edition is a starting point, we’d be eager to present, hopefully in 2021, a festival closer to its origins, and to give hospitality to all the artists who, expected in Mantua last spring, will not be able to be with us in September.

Watch the trailer https://youtu.be/FI_Ggon34Z8