Venerdì 8 novembre

badge
badge

20.45

Mantova Teatro Bibiena


OMNIA

Tommaso Lonquich clarinetto
Umberto Clerici violoncello
Claudio Martinez Mehner pianoforte

W. A. Mozart (1756-1791) Trio in mi bemolle maggiore K. 498 “dei birilli”
L. v. Beethoven (1770-1827) Trio in si bemolle maggiore op. 11 “Gassenhauer”
J. Widmann (1973) Nachtstück
J. Brahms (1833-1897) Trio in la minore op. 114

Tre cameristi d’eccezione e di lunga esperienza internazionale per una serata che presenta un itinerario fra lavori noti e meno noti, dal classico Mozart al vivente Jörg Widmann, classe 1973, interessante voce della contemporaneità che nel suo “Nachtstück” scritto nel 1998 e presentato per la prima volta a Dresda in quello stesso anno, dà conto di una scrittura rarefatta e misteriosa, notturna appunto, ed interrogativa.
La maggior parte del programma si muove tuttavia nell’ambito della tradizione con il famoso Trio “dei birilli” di Mozart, presentato in una versione non originale che inserisce il violoncello al posto della viola, e poi con il brillante Trio op. 11 di Beethoven, l’unico scritto dal maestro di Bonn per questa formazione; ed infine con il Trio op. 114 di Brahms che viene unanimemente considerato uno dei capolavori della sua maturità. Presentato nel 1891 il Trio in la minore rappresenta un Brahms ormai pacificato con il mondo, forte di una interiorità appagata e gentile e di una ispirazione che si mantiene alta e poetica.