Venerdì 27 marzo

badge
badge

20.00

Castiglione delle Stiviere Palazzo Bondoni Pastorio


OMNIA

Lorenza Borrani violino
Gabriele Carcano pianoforte

J. Cage (1912-1992) Notturno
F. Schubert (1797-1828) Sonatina n. 3 in sol min. D. 408
J. Cage Sei Melodie
J. Cage 4’33”
L.v. Beethoven (1770-1827) Sonata n. 7 in do minore op. 30 n. 2

Palazzo Bondoni Pastorio, a Castiglione delle Stiviere, offre uno spazio ideale per l’ascolto dell’interessante programma per violino e pianoforte che sarà affidato alle bravure del pianista Gabriele Carcano e della violinista Lorenza Borrani; due musicisti italiani che godono di grande stima internazionale e che stanno individualmente proseguendo una carriera che li ha già condotti in molte importanti sale di tutto il mondo a fianco di orchestre, direttori e colleghi di fama.
La collaborazione fra la fiorentina Borrani, 37 anni, e il torinese Carcano, di poco più giovane, si esprime in un attraente programma che unisce modernità e classicità. Centrale la presenza di musiche di John Cage, che alla formazione di violino e pianoforte dedicò poche pagine tra le quali il breve e delicato Notturno del 1947 e le Sei Melodie scritte tre anni dopo, dalle quali si libera una fragile e frammentata semplicità. Simbolica l’inclusione di 4’33”, in cui si riflette l’estrema originalità del compositore statunitense.
Accanto a Cage figurano poi due opere della grande tradizione di lingua tedesca: di Schubert la Terza Sonatina che appartiene alla fase giovanile del maestro austriaco, permeata di freschezza, mentre di Beethoven figura una delle sue Sonate più coinvolgenti, la viva e drammatica Sonata in do minore op. 30 risalente ai primi dell’Ottocento.