Sabato 22 febbraio

badge
badge

20.45

Mantova Teatro Sociale


OMNIA


SMART

Simone Rubino percussioni
Orchestra della Toscana
Daniele Rustioni direttore

C. Boccadoro (1963) L’elettricità dei sogni per percussioni e orchestra
A. Bruckner (1824-1896) Sinfonia n. 4
in mi bemolle maggiore “Romantica” (terza versione)

Una prima assoluta caratterizza la proposta musicale dell’Orchestra della Toscana, da molti anni apprezzata ospite ricorrente della stagione concertistica mantovana. Si tratta de “L’elettricità dei sogni” di Carlo Boccadoro, in risposta ad un progetto finanziato dalla SIAE che, sotto il titolo di “Classici di oggi” ha coinvolto anche altri tre compositori italiani: Caterina Di Cecca, Marco Lena e Daniela Terranova.
Il lavoro del talentuoso maestro marchigiano, per percussioni e orchestra, porta in evidenza il virtuosismo solistico di un giovane strumentista italiano di recente insignito del premio Abbiati, Simone Rubino, le cui eccezionali qualità stanno valendogli inviti in tutta Europa e collaborazioni con personalità del calibro delle sorelle Labèque, Zubin Mehta, Enrico Dindo.
Ma l’interesse della serata si amplia anche su Bruckner e sulla sua celebre Sinfonia n. 4, lavoro dominante dell’appuntamento presentato nella sua terza versione, quella che venne affidata alla bacchetta di Hans Richter ed all’Orchestra Filarmonica di Vienna il 20 febbraio del 1881. Partitura di ampio respiro e dai molteplici caratteri, appassionata e misteriosa, grandiosa e intima, la “Romantica” (così la definì lo stesso autore) viene restituita all’ascolto con la guida di Daniele Rustioni, musicista di valore oggi alla testa dell’Opéra National di Lione oltre che dell’Orchestra della Toscana, una delle personalità più interessanti della sua generazione.